C PLUS con bioflavonoidi, C Cristal alla ciliegia                              
La Vitamina Miracolosa                                          
Funzioni: Apparato Uro-Genitale Maschile, Articolazioni, Denti, Gengive, Difese Immunitarie, fegato Gravidanza, Microcircolazione, Occhi, Ossa, Pelle, Stanchezza Fisica e Mentale.
La vitamina C di estrazione naturale, non sintetica, è altamente antiossidante e favorisce le difese immunitarie. È anche disinfiammante per tutti i tessuti e gli organi del corpo. Basti pensare che ogni giorno ci infiammiamo introducendo: cibi raffinati, formaggi e latticini, carne, frumento, prodotti a base di farine (pasta, pane, biscotti), e soprattutto dolci e zuccheri in generale. Quindi pare che pochi ne siano esclusi a parte coloro che seguono una alimentazione crudista, o senza muco o alcalina.  C Plus è anche adatta agli sportivi in quanto previene crampi e contrazioni, specialmente abbinata con magnesio. Ha inoltre grande potere alcalinizzante, e tutti questi prodotti menzionati sopra sono anche altamente acidificanti per l'organismo. Questa vitamina favorisce inoltre la formazione del collagene e all'elasticità dei vasi sanguigni e alla funzionalità del microcircolo. La maggior parte degli animali, pesci e uccelli si producono da sé la vitamina C trasformandola dal glucosio, ma questo enzima che se ne occupa purtroppo manca all'uomo a causa di un difetto genetico. Una capra media ne produce 13 grammi al giorno in condizioni normali, e se ha freddo, paura, è ammalata o ferita, stressata, allora ne produce anche 65 grammi al giorno! Di vitamina C naturale (la sintetica, più di un grammo al giorno può far venire tachicardia) ne abbiamo tutti un gran bisogno. Una carenza grave di vitamina C comporta gengive sanguinanti, perdita dei denti e dei capelli, rallentata cicatrizzazione delle ferite, fragilità e emorragie dei capillari, dolore alle articolazioni e debolezza muscolare La vitamina C presente in C Plus è nella forma “ascorbato di magnesio”. In questa forma la vitamina C è legata a un minerale (magnesio) e rispetto alla vitamina C nella forma “acido ascorbico” risulta meno acida e quindi più tollerata, soprattutto nei casi di alterazioni del tratto gastrointestinale, quale l’acidità di stomaco.Una piccola parte di vitamina C (acido ascorbico) presente nella formulazione, viene poi ottenuta dai frutti di Rosa canina, pianta nota per l’elevato contenuto di questa vitamina, oltre che di carotenoidi, tracce di flavonoidi e antociani (pigmenti antiossidanti). La formula non contiene eccipienti e allergeni. INFORMAZIONI SULLA VITAMINA C. Lo scorbuto subclinico è una malattia causata esclusivamente dalla mancanza di vit. C e i cui sintomi sono : gengive e alveoli sanguinanti e gonfi, incapacità di cicatrizzare le ferite, emorragie, occhi e fauci secchi, articolazioni gonfie, mialgie, ecchimosi estese, predisposizione alle infezioni, anemia, articolazioni e muscoli sensibili, pelle secca e ruvida, capelli fragili e opachi, stress , isteria, depressione, degenerazione del cuore ( infarti – ictus), virus, vaccini, malattie infantili. Lo scorbuto sub-clinico esiste ancora specie negli anziani – negli ospedalizzati – nei malati di tumore – nei malati in genere. La vit.C mantiene in attività il collagene che è una proteina necessaria per il connettivo della pelle – dei legamenti – delle ossa. Per IL Dott. STONE, l’acido ascorbico non è una sostanza nutritiva o una vitamina bensì un prodotto endogeno mancante!! Per questo motivo, STONE stesso e i suoi familiari assumevano da 3 a 5 grammi  di vit.C al dì per arrivare a 30 o 40 grammi per poter guarire dai postumi di un bruttissimo incidente. Nei mammiferi , in genere, l’acido ascorbico prodotto dal loro organismo “satura il sangue e i tessuti” e , secondo STONE, la quantità di vit. C che l’uomo sintetizzerebbe, se potesse, sarebbe nell’ordine di vari grammi (non dei mg. delle RDA). Secondo alcuni studiosi, l’intestino dell’uomo nasce frugivoro e quando la sua alimentazione era costituita da frutta – bacche erbe e radici egli assumeva quotidianamente da 3 a 9 grammi di vitamina C ( e bioflavonoidi). Un gorilla (che non sintetizza C) consuma cibo che gli consente di avere almeno 4,5 gr. di vit.C al dì. E’ un nutriente essenziale per l’uomo e per alcuni primati come il pipistrello indiano (che si nutre solo di frutta), per alcuni uccelli, per il salmone argentato, la trota arcobaleno, la carpa e altri. Necessitiamo di vit.C nella dieta perché non siamo in grado di sintetizzarla per la mancanza dell’enzima L-gulano-gamma-lattone-ossidasi il quale catalizza l’ultimo passaggio della sintesi dell’acido ascorbico dal glucosio. Forse per questo l’intestino dell’uomo nasce  frugivoro. E’ la vitamina antistress e antiossidante per antonomasia. LINUS PAULING considerato “ il padre della vit.C” porta questo esempio:“una capra ha un rapporto peso volume simile all’uomo e, raramente, sviluppa un tumore. La capra è in grado di sintetizzare 13 gr. di vit.C al giorno però se sottoposta a forte stress fisico ( freddo – pericolo ecc.) arriva a quintuplicare questa quantità cioè 65 gr..” Ebbene PAULING scoprì che con 65 gr. di C uno schizofrenico grave non espelle la più piccola quantità di C. e questo nonostante la C sia estremamente idrosolubile e non possa essere immagazzinata. Poi, appena migliora un po’, inizia ad espellere  la vit.C. Abbinò anche alte dosi di Niacina. La C aumenterà l’appetito e la prontezza mentale, farà diminuire il dolore e in più limiterà e isolerà il tumore, ridurrà la perdita di peso e rafforzerà tutto il sistema. Il cervello presenta la più alta concentrazione di vit.C di tutte le altre parti del corpo. La vit.C migliora la circolazione e il calore del corpo perché ha una azione ben conosciuta sui precursori di alcuni ormoni “ caloriferi” quali la tirosina e la fenilalanina. La vit.C satura i tessuti in 2 o 3 ore al massimo e poi viene eliminata con il sudore o con le urine. Anche alti dosaggi, per volta , seguono gli stessi tempi. Per questo , quale che sia il dosaggio che ci attribuiamo, è bene assumerlo diviso in 3 o 4 assunzioni giornaliere. L’eliminazione della vit.C , specialmente in alti dosaggi, previene il cancro alla vescica (con MioInositolo) e migliora l’assorbimento intestinale di calcio e ferro.   Quindi quando ci dicono che tutta la C se ne va con l’acqua nelle urine può essere vero, però nel frattempo ha fatto di tutto nel nostro corpo! Il MURRAY dice che la vit.C è un antiossidante come il Glutatione, con in più che la C è in grado di elevare la concentrazione di Glutatione nei globuli rossi: bastano 500 mg. di C al dì per ottenere una risalita del Glutatione, nel sangue, del 50%. CONTROINDICAZIONI DELLA VITAMINA C La vit.C è sicura per gran parte delle persone, tuttavia possono esserci degli effetti collaterali per taluni, quali diarrea – distensione intestinale – flatulenza. L’Acido Ascorbico sintetico può causare calcoli da ossalato solo in chi ha già calcoli renali o la gotta. Chi ha una storia di insufficienza renale con creatina serica superiore a 2 e/o una clearance di creatina inferiore a 3 dovrebbe assumere RDA di vit.C per evitare i calcoli da ossalato. La vit.C può essere controindicata in chi ha un eccesso di Ferro. Lo “scorbuto di rimbalzo” è dato dalla interruzione improvvisa dell’assunzione di vit.C specie in chi ne assumeva alte dosi (superiori ai 500 mg./al dì). Chi fuma ha 4 volte più bisogno di vit.C!! Non si conoscono interazioni negative conosciute tra vit.C e farmaci. Oggi i cibi cotti oppure conservati sono totalmente privi di vit.C, inoltre una alimentazione basata sui cereali, che ne sono privi, ne causa una ulteriore carenza. Gli adulti che assumono 10 gr. di vit.C al dì e i bambini che ne prendono 1 gr. per anno di età al dì , sperimenteranno un pensiero più chiaro, una mente più attiva, un corpo meno stanco, una memoria più tenace. Qualsiasi sia il dosaggio che ci attribuiamo, non interrompiamolo mai da un giorno all’altro. I BIOFLAVONOIDI (contenuti nella C Plus) Sono chiamati vitamina P, la P sta per “permeabilità capillare”, ossia regola la permeabilità dei  vasi sanguigni. Con il termine di Bioflavonoidi si intendono: citrina, esperidina, rutina, flavoni e altri.La FDA li considera “ una vitamina inutile”. Quando la vit.C sembra non è così efficace come dovrebbe, può darsi sia prodotta in laboratorio e quindi totalmente priva di bioflavonoidi. La funzione della vit. P sui capillari è sorprendente. Sono indicati per: problemi mestruali ( sono sostituti efficaci, assieme alla  vit.C , della terapia ormonale nei casi di emorragie uterine (più Alfa-Alfa), vene varicose – emorroidi, minaccia di aborto – trombosi ( + vit.E). Alleviano il dolore e il gonfiore delle gambe e sono potenti antiossidanti, minor rischio di attacco cardiaco, inibiscono l'ipertensione e la distruzione del collagene (proteina responsabile dell’integrità di tendini, legamenti, cute, cartilagini, vasi sanguigni). La loro attività antiossidante è 50 volte più forte della vit.C (da sola) e della vitE (da sola). Consigli d’uso C-Plus: Assumere da 1 a 2 capsule al giorno accompagnate da un abbondante sorso acqua.